sabato 31 luglio 2021

Depuratore a Gavardo e Montichiari: un no da Lonato

Sul depuratore del Garda da Lonato si registra il no del Comitato Citalo alla soluzione prefettizia che individua come sedi i comuni di Gavardo e di Montichiari.
"Pur essendo composto da cittadini di Lonato, paese risparmiato dalla decisione del Commissario", Citalo "non esulta ma si associa al coro di indignazione per la scelta di Gavardo-Montichiari come sede del depuratore, perché sempre più convinto che il territorio sia un bene comune che deve essere tutelato sempre e ovunque".
Gli ambientalisti lonatesi "deplorano poi il comportamento e la volontà del Commissario che non ha voluto prendere in considerazione il progetto di rifacimento della condotta sublacuale con depuratore a Peschiera e la politica locale che con miopia ha difeso il suo orticello permettendo così che la scelta calasse dall’alto".
"Il principio Divide et Impera ancora una volta ha dato i suoi frutti" osservano. "Ora è nostro auspicio che i Comitati ritrovino l’unità per le future battaglie che devono avere un solo obiettivo: la condotta sublacuale come unico progetto perché comporta minor impatto ambientale e minori costi per tutti.
"Il nostro Comitato - conclude Citalo - si farà promotore nei prossimi giorni di convocare tutte le associazioni e comitati coinvolti al fine di concordare azioni e strategie comuni".

mercoledì 28 luglio 2021

Viabilità fra Calcinato e Ponte: si cambia ancora

Da domenica 1° agosto cambia di nuovo la viabilità nelle vie Stazione e Berlinguer, fra Calcinato e Ponte San Marco, modificata più volte in seguito all'avvio lo scorso inverno dei lavori per le opere accessorie alla nuova linea ferroviaria per il passaggio della nuova linea ferroviaria ad alta velocità.
Via Berlinguer, la strada interna nella zona sud della frazione, si era trovata a diventare la principale arteria di collegamento con il capoluogo in seguito a un primo mutamento della viabilità, con la chiusura di un tratto di via Stazione.
Da domenica però – e fino al 31 dicembre prossimo - una “ordinanza temporanea per la disciplina della circolazione stradale” dispone l'istituzione di nuovi sensi unici per tutti i veicoli in transito. In particolare, in direzione da Calcinato verso Ponte San Marco, il nuovo senso unico è previsto sul tratto di strada di via Stazione dall'intersezione con via Berlinguer all'altezza del civico numero 17 fino all'intersezione tra le vie Berlinguer e Stazione, con l’obbligo di svolta all'altezza dell'intersezione con via Stazione (di fronte appunto al civico 17). In direzione da Ponte San Marco verso Calcinato, invece, ci sarà un nuovo senso unico sul tratto di via Berlinguer dall'intersezione con via Stazione fino al civico 17 della via stessa, con obbligo di svolta all'intersezione tra via Stazione e via Berlinguer.

martedì 27 luglio 2021

Green Pass: no a pericolose equiparazioni

A Brescia l’Associazione nazionale ex deportati esprime la sua indignazione per i cartelli che esibivano l’equiparazione, nelle piazze dello scorso weekend, fra il Green Pass e la stella di David imposta agli ebrei dal Terzo Reich.
”Nelle manifestazioni di piazza e nelle polemiche politiche attorno al cosiddetto Green Pass sempre più spesso assistiamo al ricorso ad azzardate analogie con il passato: l’obbligo di esibire il Green Pass come l’obbligo imposto dai nazisti in molti paesi agli ebrei di portare la stella gialla sugli abiti, la presunta 'dittatura sanitaria' come il nazismo, la quarantena per il Covid-19 come i campi di concentramento di Hitler” osserva il presidente dell’Aned Juan Furore.
"Ho notato negli ultimi mesi di pandemia che le parole vengono usate in libertà, strumentalizzandole spesso con ignoranza o malafede" sottolinea. 
L’Aned “richiama tutti, e in particolare i mass media, al raziocinio e alla serietà: confondere realtà tanto diverse è offesa alla memoria di milioni di uomini, donne e bambini che a causa delle scelte criminali del fascismo e del nazismo furono umiliati, torturati, deportati e barbaramente uccisi perché non considerati degni di vivere in nome di una ideologia politica razzista, omofoba, violenta e totalitaria”.
”Lasciate fuori dalla propaganda di questi giorni quei morti, la cui dolorosa memoria tanto pesa ancora nella vita di tante famiglie - conclude Furore - e abbiate rispetto di quegli uomini e quelle donne che ancora portano sulla propria pelle e nel proprio animo i segni di quelle inenarrabili violenze”.

lunedì 26 luglio 2021

Mercoledì 28 consiglio comunale

Si terrà mercoledì 28 luglio a partire dalle ore 20.30 in municipio a Calcinato la prossima seduta del consiglio comunale.
Gran parte dei lavori sarà dedicati a provvedimenti di natura economico-finanziaria, quali “la verifica della salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’esercizio 2021 con l’approvazione dell’assestamento generale al bilancio di previsione” e “l’incarico al responsabile del servizio finanziario ad affidare la concessione per la riscossione coattiva delle entrate tributarie del comune”, ma ci sarà spazio anche per l’esame degli “schemi di contratto per la rimozione dei vincoli su aree ricomprese nei piani di zona in proprietà o in diritto di superficie”.

domenica 25 luglio 2021

No alle fogne del Garda nel Chiese!

Reazioni al vetriolo a Calcinato dopo la decisione prefettizia in merito alla localizzazione del nuovo depuratore delle acque del Garda.
Il Comitato Cittadini in una nota parla di "scelte calate dall'alto come questa dimostrano che la 'politica' bresciana non conta nulla. Chi decide sono tutti gli altri, perfino il Prefetto di Brescia, nominato, forse con una mossa strategica, nel ruolo di commissario che in poche settimane doveva decidere la soluzione migliore".
"Soluzione migliore per chi?" chiedono gli ambientalisti. "Chi ha pensato a tutto questo non ha tenuto conto che fare politica non significa portare avanti sempre e solo gli interessi dei partiti o delle lobby. che non è possibile continuamente fare scelte di sperpero di risorse pubbliche per opere inutili. che promuovere opere che portano all'ennesimo consumo di suolo bresciano (senza reale necessità) è un massacro"."Le amministrazioni provinciale e comunali - secondo il Comitato Cittadini - non sono state capaci di difendere i loro territori né dal Tav, né dalle troppe cave e discariche che hanno permesso l'interramento di rifiuti con numeri paurosi in cambio di compensazioni, né dall'ennesimo Piano Cave applaudito solo dagli industriali e dai cavatori, né da fanghi e gessi che potrebbero aver intaccato la filiera alimentare, e nemmeno dagli interessi del Lago di Garda che ha fatto diventare un suo problema quello di chi abita sul fiume Chiese, esclusivamente per balorde idee partitiche". Il Comitato assicura che "porterà avanti il proprio no a questo progetto inadeguato per i territori: Per noi non esiste né Gavardo né Montichiari né Esenta né qualsiasi altra soluzione diversa da Peschiera, che è la meno impattante dai punti di vista economico e ambientale". 

sabato 24 luglio 2021

Quattro cosette sulla pandemia

1. Ha lo stesso significato e impatto dei mutamenti climatici. Aggredisce e mette in pericolo l'intera umanita'. 
2. Non finira' se non si vaccina tutta l'umanita'.
3. Poiche' occorre vaccinare tutta l'umanita', nessuna impresa privata puo' pretendere di specularci; tutti i vaccini e tutti i farmaci utili a contrastare la pandemia devono essere gratuiti, prodotti e distribuiti dalla mano pubblica in tutti i paesi del mondo. 
4. I fautori del "me ne frego" favoreggiano la strage degli innocenti.

venerdì 23 luglio 2021

Alessandro Portelli a Brescia

Stasera sarà a Brescia Alessandro Portelli, il maggior americanista italiano vivente. Al Teatro Romano in Piazza del Foro terrà una originale lezione-spettacolo dal titolo “Mistery Train”, concepita come un caleidoscopico viaggio nell’immaginario americano raccontato con parole e musiche. Con lui sul palco ci saranno l’attrice Margherita Laterza e i musicisti Gabriele Amalfitano e Matteo Portelli.
79 anni, giornalista del "manifesto", Portelli è stato per decenni professore ordinario di letteratura angloamericana  alla Sapienza di Roma. Fra i principali teorici della storia orale, ha raccontato la storia delle classi subalterne d’oltreoceano, ha pubblicato numerosi testi tradotti in diverse lingue, ha raccolto poesie e canzoni popolari statunitensi e diversi saggi sulla letteratura afroamericana. Partendo da tutto quello che hanno segnato il treno e le ferrovie per gli Stati Uniti, la serata racconterà le mille contraddizioni della vita a stelle e strisce, con un modernità penetrata in un mondo rurale attraverso i binari cambiando per sempre non solo il paesaggio naturale ma anche quello antropologico.
Simbolo di libertà sconfinate di solitudine esistenziali, il treno ha voluto dire per quella terra progresso ma anche lotta di classe. Fra gli autori e artisti di cui verranno proposti testi e canzoni venerdì sera si segnalano i nomi di Nathaniel Hawthorne, Emily Dickinson, Woody Guthrie, Bruce Springsteen, Elvis Presley e Johnny Cash.
Prodotto dalle edizioni Laterza in collaborazione con il Circolo Gianni Bosio, lo spettacolo avrà inizio alle ore 20.30. I biglietti costano 15 euro - ma se ridotti under 30 e over 65 10 euro - e sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Grande e sui siti web teatro grande.it e vivaticket.com.

mercoledì 21 luglio 2021

A Lonato torna la "pastasciutta antifascista"

Domenica 25 luglio si rinnova a Lonato del Garda una delle tradizioni più consolidate nel piano padano per questa data storica, quella della "pastasciutta antifascista". Fra il gastronomico e il militante, la manifestazione si svolgerà dalle ore 20 al Circolo Arci di via Fonte del Fabbro 3 e renderà omaggio all'epica impresa della famiglia Cervi che 77 anni fa, a Campegine in provincia di Reggio Emilia, appena si seppe della caduta del regime fascista, organizzò in piazza una gigantesca pastasciutta al burro, servita dai bidoni per il latte, per sfamare il popolo duramente provato dalla dittatura e dalla guerra. Oggi non lo si crederebbe, ma allora si trattava di un pasto di lusso, in tempo di pesanti razionamenti del cibo: il passaparola fu rapido, la cittadinanza accorse in massa e tutti si misero ordinatamente in fila, felici di poter mangiare finalmente un piatto di maccheroni e assaporare con essi anche il senso di piena libertà che pareva finalmente riconquistata. Da allora in poi la "pastasciutta in bollore" fu considerato da Alcide Cervi (padre dei sette fratelli assassinati dai fascisti il 28 dicembre 1943 a Reggio Emilia) il "più bel discorso contro il fascismo".
A Lonato la pastasciutta, come da tradizione, sarà offerta gratuitamente a tutti i partecipanti, mentre per il resto i prezzi saranno assai contenuti. Informazioni e prenotazioni ai numeri 335/6259434 o 339/3051811.

martedì 13 luglio 2021

Hanno ammazzato Miguel!

Colpi di pistola hanno ucciso ieri a San Cristobal de las Casas, in Chiapas, il compagno Michele Colosio, per tutti Miguel, 42 anni, originario di Borgosatollo. 
Da oltre dieci anni Miguel faceva la spola tra la nostra provincia e il Chiapas, dove partecipava a progetti di cooperazione sociale e volontariato internazionalista. Per seguirli aveva lasciato il lavoro di tecnico di radiologia agli Spedali Civili di Brescia. Operava alacremente nella regione delle municipalità ribelli zapatiste nel sud-est del Messico. 
Gestore di un piccolo podere in cui allevava capre e animali da cortile, si occupava di progetti per l’istruzione dei bambini poveri Nell’ultimo periodo aveva anche aderito al progetto “Casa di Salute”, cogestito dal Nodo solidale e da alcune realtà territoriali, mettendo a disposizione le proprie competenze radiologiche. Scarne per il momento le notizie sulla dinamica della sua uccisione. Dopo che verso le 22 ore locali era uscito di casa per fare delle compere in un negozio, sembra che qualcuno gli si sia avvicinato sparandogli. Potrebbe forse trattarsi di una rapina finita male. 
Ciclista di lungo corso, Michele Colosio era stato tra i fondatori della Critical Mass di San Cristobal. Per questo alle ore 17 ore locali le compagne e compagni messicani lo ricorderanno con una biciclettata per le vie dell’antica capitale dello Stato. 

lunedì 12 luglio 2021

Fanghi e gessi di defecazione: ne vogliamo parlare anche a Calcinato?

A Calcinato nove componenti delle Commissioni Assessorili di Agricoltura, Ambiente e Sicurezza hanno richiesto al sindaco Nicoletta Maestri - ai sensi dell’art. 8 del regolamento “Indirizzi per la Nomina ed il Funzionamento delle Commissioni Assessorili - la convocazione congiunta delle tre Commissioni per discutere due aggiornamenti: uno "a seguito del sequestro degli impianti della WTE srl sui possibili spandimenti nel territorio di Calcinato di fanghi e gessi di defecazione" e l'altro "sull’iter per la adozione del Regolamento smaltimento fanghi e gessi di defecazione”.
La richiesta è stata sottoscritta per la Commissione Agricoltura da Aurelio Gallina, Bruno Mostarda e Roberto Tosi, per la Commissione Ambiente da Daniel Gallina, Renzo Scattolin e Andrea Taini, per la Commissione Sicurezza Ennio Allegri, Ettore Siverio e Roberto Soggiu.

domenica 11 luglio 2021

Stop ai finanziamenti itaIiani agli aguzzini libici

Giovedì 15 luglio il Parlamento italiano sarà chiamato a pronunciarsi sul rifinanziamento degli accordi con la Libia.
Tutti sanno che i finanziamenti italiani alla guardia costiera libica hanno come unico scopo l'imprigionamento in Libia dei migranti che in fuga dall'orrore cercano di giungere in salvo in Europa. 
Quei finanziamenti equivalgono a finanziare gli aguzzini di innumerevoli innocenti. Quei finanziamenti impongono e protraggono i lager, la riduzione in schiavitu', le piu' scellerate violenze sulle persone piu' fragili e indifese.
L'Italia non finanzi di nuovo gli aguzzini libici.
L'Italia cessi di agire da potenza coloniale.

giovedì 8 luglio 2021

Stasera a Montichiari assemblea dedicata al Chiese

Giovedì 8 luglio alle ore 20.30 al Punto di Incontro “La Sorgente” di via Guerzoni 92h a Borgosotto di Montichiari un variegato cartello di associazioni ecologiste organizza un convegno dal titolo “Il Chiese urla, chiede aiuto… voi lo sentite?” per fare il punto sulle precarie condizioni in cui versa il bacino idrografico del fiume, sotto i riflettori in questi giorni per la possibilità da più parti ventilata che in esso confluiscano le acque di depurazione dei comuni della sponda bresciana del lago di Garda.

mercoledì 7 luglio 2021

Incendio alla discarica Gedit di Calcinatello

Ennesimo incendio in una discarica, quest'oggi alla ditta Gedit che al Cavicchione di Calcinatello gestisce da anni un impianto di smaltimento di rifiuti speciali, classificati come non pericolosi. 
A metà giornata il denso fumo nerastro si è levato a decine di metri d’altezza rendendosi visibile anche a chilometri di distanza. L’incendio è stato domato in breve tempo, ma in zona per ore è aleggiata puzza di bruciato e immediatamente il Comitato Cittadini ha lanciato l’ennesimo allarme sui social documentando l’accaduto: “Le discariche continuano a bruciare! Provincia e Regione continuano ad approvare! I Comuni continuano a tacere! Ricordiamo che la discarica è stata autorizzata di recente da parte di Regione Lombardia per un nuovo ampliamento che prevede nuove tonnellate di rifiuti da tombare sotto terra”.

domenica 27 giugno 2021

Oggi Aleida Guevara è a Desenzano: l'incontro con la figlia del "Che" è alle 18.30

Per iniziativa del circolo locale dell'Associazione Italia-Cuba domenica 27 giugno sarà a Desenzano del Garda Aleida Guevara, la maggiore dei quattro figli del leggendario "Che".
60 anni, medico responsabile del Reparto dell’Ospedale Centrale dell'Avana, la dottoressa parlerà della difficile congiuntura economica in cui versa il paese caraibico a partire dalle ore 18.30 alla Casa dei Popoli Thomas Sankara in via Bagatta 7.
Cuba sta di nuovo attraversando un periodo critico, soprattutto per i devastanti effetti dell'iniquo "bloqueo" che vieta numerosi rapporti commerciali e finanziari con i paesi occidentali.
Avendo lavorato anche in diversi ospedali del pianeta, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, illustrerà gli elevati standard qualitativi della sanità pubblica cubana, all'avanguardia anche nella lotta per il contenimento della pandemia da Covid-19, tanto che diverse brigate di medici cubani giunsero lo scorso anno nel nostro paese per dare man forte ai loro colleghi italiani.
Dal 2009 Aleida Guevara collabora anche nella gestione di alcune case di accoglienza per bambini disabili e per minori rifugiati con problemi domestici. “Essere figlia del Che - sostiene - non mi rende né migliore né peggiore. Mio padre mi ha lasciata ancora bambina e quello che mi chiede ogni volta il mondo intero è conservato in un mio libro di memorie dal titolo 'Assenza presente'. Essere rivoluzionari oggi significa sentire sulla propria pelle ogni ingiustizia, proprio come sosteneva mio padre”.
"L'incontro con Aleida è la conclusione migliore della nostra campagna di solidarietà - racconta il segretario del circolo gardesano Massimo Fedrigo - con una raccolta di materiale sanitario del valore di circa 60 mila euro, stipati in un container che partirà verso l'isola caraibica ai primi di luglio". "Alla mobilitazione - sottolinea - hanno aderito, oltre a moltissimi cittadini, anche varie associazioni di volontariato: da Medicus Mundi di Brescia, alla Banca del Tempo e Zero Limiti di Castiglione delle Stiviere".
Da Desenzano il container giungerà al porto dell'Avana. Gran parte dei materiali medico-sanitari verrà distribuita nei diversi ospedali della capitale cubana, mentre i materiali didattici, i giocattoli e gli indumenti saranno consegnati ai bambini che vivono in povertà".