venerdì 29 agosto 2014

No Tav lunedì 1° settembre a Ponte San Marco

Assemblea popolare No Tav  lunedì 1° settembre alle ore 20.30 al centro civico di Piazza
della Preistoria a Ponte San Marco, proprio mentre dal governo vengono preventivati oltre 2 miliardi di euro per la realizzazione della nuova tratta Brescia-Verona, con un costo che si aggira sui 28 milioni di euro al km. 
 Altre decine di case, cascine e aziende abbattute, altre decine di famiglie espropriate e sfrattate. Intere frazioni e quartieri verranno isolati per anni da cantieri che sorgeranno in molti casi a ridosso di siti dal grande valore storico e naturalistico. Più di 1 milione di kilometri quadrati di suolo agricolo consumati; tra questi andranno persi per sempre circa il 20% dei vigneti del Lugana, con un danno economico stimato attorno a 14 milioni di euro annui, e un tunnel di 7 km sotto la cittadina di Lonato creerà grossi scompensi idrici a questo territorio. 
 L’alta velocità, uscendo da Brescia, attraverserà una fascia di territorio che dai quartieri di San Polo e Buffalora arriva a Montichiari, passando per Castenedolo, Mazzano e Calcinato, comuni nei quali si registra una delle più alte concentrazioni di cave e discariche d’Europa, molte delle quali in attesa da anni di bonifiche mai arrivate.
Intanto il nostro trasporto pubblico locale langue in uno stato comatoso dopo continui tagli di corse lungo l’attuale tratta Brescia-Verona, non ultimo il taglio degli otto treni interregionali veloci Milano-Venezia, utilizzati quotidianamente da oltre diecimila persone. Si tagliano i treni accessibili economicamente a tutti e si costruiscono percorsi e treni costosi e inutili, riservati a pochi. 
 Dopo il convegno di Ponte San Marco sono in programma due manifestazioni alla Festa del'Uva, a Lugana di Sirmione, sabato 13 e domenica 14 settembre, per aprire poi la campagna d’autunno con la marcia interprovinciale di domenica 5 ottobre, che partirà alle ore 14 davanti alla torre di San Martino della Battaglia  per attraversare  il percorso dei vigneti Lugana e dare informazioni sull’evento presso le abitazioni e i luoghi interessati al passaggio di questa grande opera.

1 commento:

  1. Mario Calligari29 agosto 2014 20:53

    La pazzia corre on line... terrorismo sulla falsa riga dei NOTAV. ma per favore....
    Certo che ci saranno problemi ma con voi ritorneremmo nelle caverne.

    RispondiElimina